29 luglio 2013

Villa Clerici: dietro le mura


 
VILLA CLERICI: DIETRO LE MURA

 
Villa Clerici, un’ importante realtà architettonica del ‘700 di Milano, da anni fa da sfondo a diverse realtà.
Dal 1927 ospita la casa di redenzione sociale onlus, con un centro che ospita circa 300 ragazzi; oltre a un centro estivo che può contenerne fino a 500.
Inoltre, grazie allo spazio teatrale in essa contenuto, offre la possibilità di assistere a spettacoli di vario genere con le sue stagioni teatrali, delle quali il direttore artistico è Aldo Colonnello.
Ora, la Villa pare abbia cambiato gestione e, questi nuovi responsabili, hanno bloccato sia l’attività teatrale, che quella della casa di redenzione. Permettendo solo al centro diurno di restare aperto.
La questione è apparsa su diversi giornali ed è arrivata anche in tv alla trasmissione di Andrea Pamparana “L’indignato speciale”.
Riporto quanto afferma Aldo Colonnello: “Quanto accade in Villa Clerici è di una gravità inaudita, sia per ciò che riguarda l'attività bloccata dei teatri, sia per le problematiche esplose inerenti la casa di Redenzione. A pochi giorni dall'inizio della stagione, con 44 spettacoli pronti, ci è stato impedito di allestire i teatri”.
Si può immaginare quanto questo abbia causato problemi di immagine, di tempo, di organizzazione.
Speriamo che al più presto, chi di dovere, sappia trovare delle soluzioni mirate a questo atto che non penso abbia delle motivazioni valutate; la cultura, l’arte in genere, sono il pane dell’anima. Sul palco del teatro di villa Clerici sono saliti professionisti del settore, stelle della cultura italiana.
Per non parlare del centro di redenzione, un argomento che a me sta particolarmente a cuore, e che deve essere preso in considerazione per quel lavoro sociale essenziale che svolge.
 

© Miriam Ballerini

 

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono moderati e controllati quotidianamente.
Tutte le opinioni sono benvenute. E' gradita la pacatezza.