14 settembre 2008

VENEZIA 65. In concorso

LA TERRA DEGLI UOMINI ROSSI
recensione di Bruna Alasia

Siamo in Brasile, nell’anno 2008, a Mato Grosso do Sul. I “fazendeiro” si godono i campi di coltivazioni transgeniche in compagnia dei “birdwatchers”, turisti venuti ad ammirare gli uccelli. Un tempo i legittimi padroni delle terre accaparrate dai fazendeiro erano gli indio, relegati oggi nelle riserve e costretti a lavorare in schiavitù: molti di loro, soprattutto giovani, rifiutano quella condizione e si suicidano. Per sfortuna e per necessità l’ennesimo suicidio sarà causa di una ribellione: un gruppo di Guarani-Kaiowà, capeggiati da un leader e da uno sciamano, reclamando la restituzione dei loro possedimenti, si accampano ai confini di una proprietà. Due mondi si guatano, si scontrano e confrontano, arrivando ad una guerra non priva di umanità che, come i Montecchi e i Capuleti, avvicina un apprendista sciamano alla figlia di un fazendeiro…
Questo l’incipit de “La terra degli uomini rossi” , il film di Marco Bechis, in concorso a Venezia, poetica denuncia sul genocidio degli indios dell’Amazzonia che, per citare Gian Antonio Stella, arriva a distogliere politici e giornalisti dall’oblio, anche se al Lido può essere accolto con “ la curiosità pelosa riservata alla corte di Isabella di Castiglia”.
Incredibile miseria, condizioni umane insopportabili, negli ultimi anni hanno spinto al suicidio cinquecento giovani solamente tra i Guarani-Kaiovà. Insieme racconto e documento, il film illumina sui problemi di questa popolazione con efficacia. Girato con attori non professionisti, ha personaggi credibili e spontanei; una colonna sonora toccante; un ritmo incalzante e fluido. Una fotografia rigorosa. “La terra degli uomini rossi” conferma Marco Bechis, acclamato regista di lungometraggi come “Garage Olimpo”, nel novero degli autori con la A maiuscola.

La scheda del film

Regia: Marco Bechis
Sceneggiatura: Marco Bechis, Luiz Bolognesi
Attori: Claudio Santamaria, Chiara Caselli, Abrisio Da Silva Pedro, Alicelia Batista Cabreira, Ademilson Concianza Verga, Ambrosio Vilhalva, Mateus Nachtergaele, Fabiane Pereira Da Silva, Leonardo Medeiros, Nelson Concianza, Poli Fernandez Souza, Eliane Juca Da Silva, Inéia Arce Gonçalves
Produzione: Classic
Distribuzione: 01 Distribution
Paese: Italia 2008
Uscita Cinema: 05/09/2008
Genere: Drammatico
Durata: 108 Min

Libero circuito culturale, da e per l'Insubria. Scrivici a insubriacritica@gmail.com

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono moderati e controllati quotidianamente.
Tutte le opinioni sono benvenute. E' gradita la pacatezza.