23 febbraio 2016

NON RISPONDERE di John Searles recensito da Miriam Ballerini

 
NON RISPONDERE                                            di John Searles
© 2015 Newton Compton Editori – Gli insuperabili
ISBN 978-88-541-8067-3    Pag. 331  €5,90

In copertina troviamo il parere di Khaled Hosseini su questo romanzo che cita: “Un romanzo intenso, pieno di colpi di scena che indaga a fondo sull’enigma più grande di tutti: la famiglia”.
E che famiglia quella con la quale ci troviamo a fare i conti: un padre e una madre che portano a casa loro persone indemoniate, cercando di guarirle con la preghiera. Due figlie: Sylvie, la più piccola, matura e responsabile e che assiste una sera all’omicidio dei propri genitori in una chiesa. Rose, la più grande, ribelle e che vive a muso duro contro tutto e tutti.
A un anno di distanza dalla morte dei propri genitori, Sylvie viene richiamata dalla polizia per accertarsi che l’uomo che ha mandato in prigione, sia davvero l’assassino della sua famiglia. I primi dubbi cominciano a comparire nella mente della giovane che, a quel punto, decide di ripercorrere tutte le tappe che l’hanno condotta a quel riconoscimento.
Il libro si snoda fra il prima dell’omicidio e il dopo. Il prima ci mostra questa famiglia stravagante, derisa dalla comunità, tenuta a distanza. Eppure famosa e ricercata dalla persone che credono di avere bisogno del loro intervento. Fra congressi in vari stati e l’intervista fatta loro da un giornalista che ne scriverà un libro.
Con le figlie amate, protette, ma anche costrette a subire il viavai delle persone che vengono di volta in volta ospitate in cantina, dove i coniugi intervengono su di loro con varie preghiere.
I continui litigi del padre con Rose, la figlia maggiore, che proprio non vuole saperne di essere domata. Mentre, la giovane Sylvie, cerca sempre di essere la figlia buona e brava, quella che dà le risposte giuste e che, sempre, cerca di comportarsi bene.
Il dopo vede Sylvie sotto la tutela della sorella Rose, che non riesce a badare a lei nel modo giusto. E i dubbi della giovane che cercherà risposte presso il giornalista che fece a suo tempo il libro sui suoi genitori; il fratello del padre e presso una strana signora che, di nascosto, porta loro del cibo che lascia sui gradini di casa.
L’ho trovato avvincente, scritto bene e con la capacità di incuriosire il lettore, spingendolo ad andare sempre avanti nella lettura per capire, per sapere, per comprendere quella verità che, solo alla fine, ci mostrerà la triste rivelazione, fra sangue e violenza inaspettati.

Non rispondere è vincitore dell’American library association Alex award; tra i migliori crime novel per il Boston Globe e tra i dieci thriller più venduti in America.

(c) Miriam Ballerini

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono moderati e controllati quotidianamente.
Tutte le opinioni sono benvenute. E' gradita la pacatezza.