09 settembre 2015

LA VERITA’ SUL CASO HARRY QUEBERT di Joel Dicke recensito da Miriam Ballerini


LA VERITA’ SUL CASO HARRY QUEBERT di Joel Dicker
© 2013-2015 Bompiani – RCS libri S.p.A.
ISBN 978-88-452-7856-3
Pag. 775  € 14,00

Ci sono romanzi che ti prendono e che, quasi, ti costringono a leggerli e ad arrivare alla fine.
Questo libro è una di quelle perle rare che sono felice sia arrivato ad arricchire la mia biblioteca.
L’ho preso perché mi si prospettava come un giallo, l’ho amato perché all’interno c’è moltissimo.
Scritto talmente bene da non creare la minima confusione fra la miscellanea di preziosità che vi si trovano al suo interno.
C’è il giallo, ma anche l’amore: l’amicizia, la scrittura, l’umorismo, la tristezza, la STORIA.
Tutto unito, amalgamato, scritto nero su bianco in modo ineccepibile.
Protagonista è Marcus, uno scrittore che, dopo il successo del suo primo libro, ha quello che comunemente viene chiamata la sindrome da pagina bianca.
Decide di andare a trovare un suo vecchio professore, e suo mentore. Harry Quebert.
A suo tempo gli insegnò a scrivere, a boxare, a vivere. Ogni inizio capitolo è un prezioso consiglio per chi scrive libri come me.
La loro amicizia viene a un certo punto stravolta da una notizia incredibile: quando Harry aveva poco più di trent’anni, si innamorò di una ragazza quindicenne, Nola. Una ragazza che scomparve nel nulla. Il suo cadavere, dopo molti anni, viene rinvenuto nel giardino di Harry: la ragazza è stata sepolta con a fianco il manoscritto originale del capolavoro scritto in gioventù dallo stesso Harry.
Marcus, amico intimo di Harry, al quale deve tutto, non può fare altro che recarsi sul posto e cominciare per suo conto delle indagini che scoprano chi sia il vero assassino della povera Nola.
Harry, dal carcere, continua a proclamarsi innocente: lui l’amava.
A questo punto facciamo la conoscenza di innumerevoli personaggi, tutti implicati, tutti papabili colpevoli, tutti innocenti.
Ne esce un aspetto di Nola che nessuno, fino ad allora, ha mai sospettato. La brava ragazza in realtà non era così brava? Oppure è tutta una montatura?
E chi minaccia Marcus con lettere e incendi per allontanarlo dalla verità?
In tutto questo c’è la vita di Marcus, i suoi genitori assolutamente “assurdi” come personaggi, ma per questo ancora più credibili. Il suo editore e l’agente letterario che lo spingono a scrivere un libro scandalo su Harry; mentre lui scriverà sì un capolavoro, ma sarà un romanzo verità, un libro dal titolo: La verità su Harry Quebert.
Quasi come se l’autore scrivendo il proprio romanzo, stesse allo stesso tempo scrivendo anche il libro d’invenzione di Marcus. Una trovata che reputo assolutamente geniale!
I colpi di scena saranno tanti. Ogni lettore si farà un’idea sul presunto colpevole e su quella verità che solo alla fine porterà chiarezza in ogni dove, ricollocando al proprio posto ogni tassello.
Da leggere!

© Miriam Ballerini

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono moderati e controllati quotidianamente.
Tutte le opinioni sono benvenute. E' gradita la pacatezza.