19 maggio 2008


La recensione di Bruna Alasia

MANUALE DI SCRITTURA CREATIVA
di Roberto Cotroneo
Castelvecchi editore, anno 2008, euro 18

Il talento non si può apprendere, ma chi ne possiede abbastanza, sorretto da sincera passione, può affinare la vocazione, migliorare la propria esperienza, spiando dal buco della serratura i processi mentali, le motivazioni, i timori, le scelte, l’esercizio tenace, i suggerimenti di uno scrittore che dal 1994 ad oggi ha pubblicato con i maggiori editori una serie ininterrotta di romanzi tradotti in molte lingue: Se una mattina d’estate un bambino, Presto con fuoco (premio selezione Campiello), Otranto, L’età perfetta, Per un attimo immenso ho dimenticato il mio nome, Chiedimi chi erano i Breatles, Questo amore.
Stiamo parlando di Roberto Cotroneo, per più di un decennio direttore delle pagine culturali de “L’Espresso”, oggi editorialista de “L’Unità” e condirettore della scuola di giornalismo della Luiss di Roma.

Cotroneo da molti anni tiene corsi di scrittura creativa e questo suo manuale è un distillato del suo amore per la letteratura e per l’insegnamento: una lezione confidenziale, una rassegna di amichevoli consigli diretti a chi aspira all’arte della narrazione. Concentrato di competenze che ci conduce non solo tra le pieghe della creatività, dissertando sulle decisioni da prendere prima di scrivere un testo narrativo, cosa evitare, quali tecniche usare, come dominare lo stile, come sceglierlo; ma ci guida anche nella pratica degli atteggiamenti “sani” di fronte alle delusioni. Ad esempio, lapidario su un comportamento diffuso tra gli aspiranti scrittori: non si deve mai pagare per pubblicare. “Se vi chiedono denaro, sappiate che di fronte avete soltanto uno stampatore, e niente di più. Chi chiede denaro fa in modo, di solito, che siate voi a pagare la stampa del libro – scrive Roberto Cotroneo – Quando il libro è stampato sappiate che non arriverà mai da nessuna parte”.

L’autore include nel suo saggio una dissertazione sulla funzione dell’agente letterario, indica gli editor e gli indirizzi di trenta case editrici, passa in rassegna i siti che ospitano on line i testi degli esordienti, le riviste letterarie, le scuole di scrittura creativa. Molto interessanti gli interventi di Andrea Camilleri, Stas’ Gawronski, Roberto Gilodi e Piergiorgio Nicolazzini che guidano il neofita sulla strada difficile della pubblicazione.
“La teoria è questa, la passione è la vostra”: recita il risvolto di copertina, ciò premesso “Manuale di scrittura creativa” è un testo prezioso da consultare e conservare.
Libero circuito culturale, da e per l'Insubria. Scrivici a insubriacritica@gmail.com

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono moderati e controllati quotidianamente.
Tutte le opinioni sono benvenute. E' gradita la pacatezza.