04 marzo 2014

Doctor Sleep di Stephen King



 DOCTOR SLEEP                                              di Stephen King
(c) Sperling & Kupfer Editori – Pandora 2014
ISBN 978-88-200-5568-4-    86-I- 14
Pag. 517  € 19,90

Per gli appassionati di King, i suoi fedeli lettori, Doctor Sleep è il proseguo di Shining, da molti conosciuto anche per la splendida interpretazione di Jack Nicholson nell’omonimo film.
King dice che,  lui per primo, ma anche i suoi lettori, spesso si sono chiesti che cosa ne fosse stato del piccolo Dan Torrance. Il bambino che aveva il dono della luccicanza, chiamata aura in Shining. Cioè la capacità di vedere il futuro: il passato, di intuire, di scorgere i fantasmi.
Il nuovo romanzo di King inizia proprio col piccolo Dan che ancora è preda di incubi che hanno il brutto vizio di diventare reali, di poter fare male. Ancora è perseguitato dalla signora morta nella stanza dell’hotel dove si è svolta tutta la vicenda di Shining.
Ancora una volta arriva in suo aiuto il capo cuoco Dick Halloran, che gli insegna come rinchiudere nella sua mente questi fantasmi cattivi.
Dan cresce e diventa un alcolista come suo padre. Beve per far sì che le visioni non gli facciano male. Quando è sobrio gli incubi lo attaccano in massa e lui non è abbastanza forte per sopportarlo.
Ma la vita ha in serbo qualcosa di speciale per lui: si trasferisce, fa nuove amicizie, esce dal giro vizioso dell’alcool. Trova lavoro come inserviente presso un ospizio dove diventa il “Doctor Sleep”, il dottor sonno.
Inspiegabilmente il gatto che bazzica l’ospizio sente quando una persona sta morendo; entra nella  camera di chi se ne sta andando e sale sul letto. Con lui interviene Dan, che con i suoi poteri aiuta la persona a morire senza paura, accompagnandolo nel trapasso.
Senza il paracadute dell’alcool torna la luccicanza. C’è una bambina che si mette in contatto con lui fin da quando è neonata. Crescendo lo fa attraverso una lavagna, dove gli manda i suoi messaggi.
Abra ha in sé un potere fortissimo e, grazie a questo, riesce a entrare nella mente di Rose Cilindro, una donna che umana non lo è da molto tempo; appartenente al Vero Nodo, gente che vive secoli nutrendosi del vapore, appunto, della luccicanza di gente speciale come Abra e Dan.
La ragazzina riesce a scorgere un loro omicidio e si rende visibile a Rose la quale, a tutti i costi, vuole rapirla.
Dopo l’ultimo omicidio, assieme al vapore, i membri del Vero Nodo hanno assimilato anche una malattia banale per noi mortali, il morbillo; ma mortale per loro. Risucchiare Abra vuol dire per loro la guarigione.
Comincia una guerra psichica fra il bene e il male, una lotta di forza e volontà.
Come trama è più complicata di Shining, e, per chi non lo ha letto, i riferimenti che si trovano e che portano indietro nel tempo, forse sono poco fruibili.
Per chi, invece, è un aficionados del maestro, è fare un bel viaggio che porta un po’ indietro nel tempo e un po’ più in là.

© Miriam Ballerini

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono moderati e controllati quotidianamente.
Tutte le opinioni sono benvenute. E' gradita la pacatezza.