19 maggio 2012

Res Extensa, la creatività innanzitutto


RES EXTENSA, LA CREATIVITA’ INNANZITUTTO
Transitions Dance Company al Traetta di Bitonto

di Antonio V. Gelormini

La danza come espressione creativa del corpo. La tecnica come strumento pratico di esercizio, per favorire l’ispirazione all’interpretazione soggettiva nella coralità del movimento. La formazione attraverso lo scambio “contaminante” di esperienze e discipline internazionali, messe al servizio di un progetto che diventa scuola artistica d’eccellenza.
Mettete insieme tutto questo e ne verrà fuori il Trinity Laban Conservatoire of Music and Dance (London, UK), con la viva, entusiasmante e originale Transitions Dance Company: un concentrato di emozioni e di bravura, declinati nelle performance di dodici ballerini di danza contemporanea, quale risultante di una severa selezione, che si rinnova rigorosamente ogni anno.
Un modo come un altro per rinnovare costantemente lo spirito creativo di ciascuno e innescare un processo virtuoso di auto-riproduzione dello spunto coreografico, capace di tener viva quotidianamente la verve artistica di ciascun ballerino e di alimentare senza tregua la carica ispiratrice dei diversi coreografi della Scuola.
Sabato 19 maggio – ore 21.00 e Domenica 20 maggio – ore 18.00, nel quadro della stagione 2012 di “ConFine Corpo”, a cura di ResExtensa al Teatro Traetta di Bitonto (Ba), undici dei migliori giovani danzatori provenienti da tutto il mondo danzeranno in prima nazionale: “Mixed Bill”.  Con la coreografia di tre artisti internazionali: Shang Chi Sun (che ha lavorato al German Tanztheater), Hubert Essakow (ex solista di The Royal Ballet) e infine Martin Nachbar, il cui lavoro The Other/s è stato il successo con la compagnia dello scorso anno.
Spettacolo tripartito, quindi, che David Waring, il Direttore Artistico della compagnia, ha indicato: “In una prima parte di vera e propria danza, una seconda di teatro-danza ed una terza astratta, con lavoro sull’espressione del corpo per ncreare un’atmosfera”. L'individualità e l'entusiasmo dei danzatori della Transitions Dance Company e l'arte di questi rinomati coreografi rendono avvincente il tour della compagnia, e accattivante l’opportunità di catturare preziosi frammenti di performance di sicure e future stelle della danza contemporanea. 
ResExtensa è una compagnia di danza contemporanea riconosciuta dal Mibac e dalla Regione Puglia per la produzione di danza e teatro. Nasce sul territorio pugliese nel 2004 grazie al sostegno di Carolyn Carlson e all’esperienza di danza e progettazione lighting design dei suoi fondatori presso la Biennale di Venezia, come racconta ad Affaritaliani Elisa Barucchieri, la più rappresentativa tra loro.
“La danza proposta da ResExtensa esula da schemi convenzionali, sano essi classici o contemporanei, e si caratterizza per la sua natura fortemente visiva e narrativa, includendo nella sua espressione la danza aerea e aerobica, a cura particolare delle luci, le video proiezioni interattive e tridimensionali, la manipolazione del suono, la musica dal vivo, la parola e la poesia”.
“Il teatro, a sua volta, ha uno spazio di rilievo nella produzione ResExtensa”, aggiunge la danzatrice italiana, “che si avvale dell’integrazione della parola col gesto, della musica col testo scritto e rappresentato in scena, delle evocazioni delle immagini con la forza dei contenuti prettamente teatrali”.





Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono moderati e controllati quotidianamente.
Tutte le opinioni sono benvenute. E' gradita la pacatezza.