20 novembre 2015

ANDERIOUS GORGUESS ORAHA. TESTIMONE DI PACE! di Vincenzo Capodiferro


ANDERIOUS GORGUESS ORAHA. TESTIMONE DI PACE!

L’importante riconoscimento della decima edizione del Premio “Testimone di pace”, della città di Ovada, che si è tenuto presso il teatro Splendor Mercoledì 18 Novembre 2015 alle 21, è stato assegnato quest’anno ad Anderious Gorguess Oraha, che ha ricevuto un contributo ed un’opera, realizzata dall’artista Alberto Boschi. Riportiamo una breve e significativa biografia, preparata all’uopo: «Nato a Bibosi (Nineveh, Iraq) nel 1955, di religione cattolica caldea, ha frequentato per tre anni il seminario di San Giovanni dei Padri Domenicani a Mosul. E’ stato arruolato nella lunga guerra tra l’Iraq e l’Iran e dopo 14 anni di militare ha vissuto direttamente le guerre e guerre civili succedutesi dal 1991, scampando parecchie volte alla morte. La sua vita, quella della sua famiglia e dei suoi antenati, appartenenti ad una antichissima minoranza religiosa di lingua aramaica, la lingua di Gesù e dei Vangeli, è stata segnata da persecuzioni che non ne hanno scalfito l’identità e il senso di appartenenza, sino alla diaspora attuale in tante parti del mondo. Interprete per le ditte italiane operanti in Iraq, per la Croce Rossa Internazionale, tassista, negoziante di alcolici, venditore di telefonini, dal 2003 al 2007 ha lavorato come stringer e braccio destro di molti giornalisti della carta stampata e della televisione italiana. Lo Stringer è “ una parola sconosciuta ai non addetti ai lavori ma per noi giornalisti in zone di guerra lo stringer è molto più di un interprete, di un collaboratore locale, di un fixer che ti procura un mezzo di trasporto, un indirizzo utile, un appuntamento per un'intervista. E' un collega che ti aiuta a trovare le notizie, un amico che rischia la vita al tuo fianco e non ti abbandona nei momenti più duri.”( Giovanni Porzio). Sfidando le minacce dei servizi segreti di Saddam Hussein, si è prodigato in favore di sette giornalisti italiani arrestati con l'accusa di spionaggio. Ha rischiato la vita precipitandosi a Nassiriya, primo testimone della strage di militari italiani. Più di un corrispondente di guerra deve la sopravvivenza al suo coraggio, alla sua conoscenza dei costumi iracheni e alla sua esperienza militare. Nell'ottobre del 2007, minacciato dai mujahidin islamici perché cristiano e collaboratore dei “miscredenti”, è costretto a lasciare la propria casa insieme alla moglie e ai suoi quattro figli. Oggi è un rifugiato politico da tempo in attesa di ottenere la cittadinanza italiana. E' autore, insieme a Martino Fausto Rizzotti, di Una storia Irachena (XY.IT Editore, 2014) in cui ripercorre le tormentate vicende del popolo iracheno e della minoranza cristiana in Iraq, gettando una luce di verità su molti accadimenti cruciali e tragici svoltisi in quello scenario, con lucida intelligenza e partecipata consapevolezza». Per noi Abba Anderious è un padre e maestro di vita e partecipiamo alla gioia ed alla riconoscenza che è stata a lui dovuta, per tutto quello che ha fatto. Come ha ribadito Papa Francesco: benedetti gli operatori di pace! E come c’è bisogno di questi operatori in tempi così difficili ed oscuri! Esprimiamo i più vivi complimenti ad Amu Anderious per questo premio. È un uomo onesto, che ha sofferto tanto, a causa dello spirito della guerra, che di nuovo si sta impadronendo del mondo. E sempre il Papa ci ammonisce che c’è la terza guerra mondiale a pezzetti. Solo quando questo spirito del male sarà bandito dal mondo, dalle nostre coscienze, allora avremo vera pace. La pace si costruisce giorno per giorno, mattone su mattone. Lavorare per la pace spesso è difficile, comporta dei sacrifici. È molto più facile fare la guerra: l’argent fait la guerre! Fare la guerra arricchisce. Per risolvere tutte le crisi economiche abbiamo fatto ricorso a guerre. Così è stato nel 1929! Ora per risolvere questa crisi ci aspetta una terza guerra mondiale a pezzetti! Non sarebbe meglio risolvere le crisi attraverso le vie della pace? E quanto sono preziosi gli operai della pace, coloro che seminano la concordia. Anderious è uno di questi. Grazie Anderious per tutto ciò che hai fatto per l’umanità.

Vincenzo Capodiferro

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono moderati e controllati quotidianamente.
Tutte le opinioni sono benvenute. E' gradita la pacatezza.