06 febbraio 2013

Libri d'arte: riprodotta in fac simile la bolla "Humanae Salutis"

 
  E' stata presentata dalla casa d'arte Scrinium, con la pubblicazione di un articolo sull'Osservatore Romano del 5 gennaio scorso, l'edizione in fac simile della bolla pontificia "Humanae Salutis", attraverso la quale Papa Giovanni XXIII indisse il Concilio Ecumenico Vaticano II.
Scrinium è una fiduciaria che si occupa di promozione e diffusione dei progetti culturali di tutte e tre le principali istituzioni vaticane, quindi della Biblioteca Apostolica, dell'Archivio Segreto e dei Musei Vaticani.
In particolare, poi, la società mestrina è esclusivista mondiale per il progetto Exemplaria Praetiosa, cioè per le edizioni uniche dei fac similes relativi ai documenti più preziosi dell' Archivio Segreto Vaticano.
La Humanae Salutis, pubblicata il 25 dicembre del 1961, è proprio uno dei documenti più esclusivi dell'Archvio il quale nel 2012 ha compiuto quattrocento anni e rappresenta per la Chiesa romana forse il più importante documento del XX secolo, quello che in nuce ha dato origine alla riforma liturgica ed all'ecumenismo di cui oggi si vedono molti frutti.
L'edizione per collezionisti è un clone dell'originale ed è realizzato in 410 esemplari a tiratura mondiale. Caratteristica fondamentale di queste edizioni è che non è prevista la riproducibilità della tiratura (cioè non ci saranno nuove edizioni dello stesso fac simile), oltre al fatto che ogni esemplare è munito di un certificato con marchio dell'Archivio Segreto e con la firma del prefetto oggi in carica, mons. Sergio Pagano, il quale ha anche curato personalmente la pregiata edizione del commentario. 
----------
AdB

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono moderati e controllati quotidianamente.
Tutte le opinioni sono benvenute. E' gradita la pacatezza.