27 maggio 2009

La verità del ghiaccio: recensione

LA VERITA' DEL GHIACCIO
di Dan Brown
© 2005 Arnoldo Mondatori Editore S.p.A. pag.537

La verità del ghiaccio è un romanzo di fantasia basato su tecnologie e organi davvero esistenti, quali la Delta Force, il National Reconnaissance Office e la Space Frontier Foundation.
Questo di Brown è un libro che affonda la radici della sua storia nelle fondamenta della Casa Bianca e della Nasa. In piena campagna elettorale, l’attuale presidente, (specifico che tutti i personaggi e relativi nomi sono fittizi), e il senatore che ambisce alla Casa Bianca, imperniano la campagna elettorale su un tema in particolare: il mantenimento o meno della Nasa.
Ma ecco un provvidenziale colpo di scena: il ritrovamento nell’artico,da parte dell’agenzia incriminata, di un meteorite contenente forme di vita. La prova di vita extraterrestre. Esperti e scienziati vengono interpellati per assicurare l’autenticità della scoperta.
Dopo il primo comprensibile entusiasmo, questi comprendono di trovarsi di fronte a una truffa che sta per costare loro la vita. Chi si è dato tanta pena per montare questo geniale teatrino non ha alcuna intenzione di vederlo crollare miseramente su se stesso e, pur di mantenerlo, è disposto a uccidere.
Il romanzo è scritto in modo accattivante, convincente, con perizia. Pagina dopo pagina invoglia alla lettura, svelando i suoi segreti sempre un passo dopo. La suspence è intessuta in modo perfetto e trascina con sé il lettore fino alla fine, senza mai deluderlo.
Un thriller politico, dai risvolti fantascientifici emozionante e che, nonostante sia un romanzo di fantasia, svela quanto ci sia dietro il gioco del potere.

© Miriam Ballerini

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono moderati e controllati quotidianamente.
Tutte le opinioni sono benvenute. E' gradita la pacatezza.