08 ottobre 2008

Nessuna colpa

NESSUNA COLPA (un segreto indicibile perseguita una famiglia per tre generazioni)
di Giuseppe Arcucci – Sabina Marchesi
© 2008 Dario Flaccovio Editore s.r.l. ISBN 978-88-7758-813-5
Pag.195 € 12,50

Nessuna colpa è un romanzo scritto a 4 mani, da Arcucci, laureato in economia, e la Marchesi, scrittrice che si occupa di criminologia.
Questo libro è un giallo, che rispetta tutti i canoni di tale genere: c’è un cadavere, un’ indagine, un colpevole.
Quello che manca è l’azione e la cattura di questo colpevole.
Cosa c’è, allora, di diverso, di particolare in questo giallo? Tanta psicologia, motivazioni, sentimenti. Sì, proprio sentimenti, sia da parte degli investigatori, che dalla parte di chi sta raccontando una storia incredibile.
Il romanzo è ambientato in un paese del Sudamerica. Martinez e Bajano, il primo deluso e amareggiato dalla vita, il secondo orfano e ancora sprovveduto; vengono mandati in una delle ville dei ricconi a investigare su uno strano caso .
Vengono fatti accomodare da una strana vecchietta che, per alcuni tratti, ricorda la vecchina di un romanzo di King, Duma Kei, e anche l’ambientazione un po’ lo ricorda, anche se, la storia, va in tutt’altra direzione.
L’anziana donna, nemmeno incoraggiata, comincia a raccontare la storia della sua famiglia, i Mancuso, partendo da tre generazioni indietro. Ed è necessario che lo faccia, per far capire che quello che è accaduto, non è stata colpa di nessuno.
Si fronteggiano a triangolo i pensieri dei tre personaggi, due seduti ad ascoltare e una seduta a narrare l’intera vicenda. Un caso difficile, un caso che ha in sé tutto il tabù delle cose da non dire, da non rivelare.
Un giallo diverso, insolito, originale. Con una trama che spinge il lettore a proseguire, per capire cos’è accaduto, e per rispondere ai molti perché che si fanno strada fra quelle rivelazioni dette quasi con una cantilena suadente.
Un confronto psicologico fra i personaggi, anche se manca la tensione e la suspense tipica del genere.
Un romanzo interessante, originale.
Libero circuito culturale, da e per l'Insubria. Scrivici !

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono moderati e controllati quotidianamente.
Tutte le opinioni sono benvenute. E' gradita la pacatezza.